https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/04/gabbiani.jpg
Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto - Thomas Jefferson
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/04/elefanti.jpg
Il corpo è capace di autoregolazione, di autoguarigione e di conservazione della salute - A. T. Still
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/04/tramonto.jpg
La natura non fa nulla di inutile - Aristotele
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/04/leoni.jpg
Impara non a curare la tua malattia, ma a come preservare la tua salute - Leonardo da Vinci
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/02/omeopatia-slide-04.jpg
La natura è causa e cura delle malattie - Paracelso
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/02/omeopatia-slide-02.jpg
Due scelte nella vita ci sono sempre, accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle - Denis Waitley
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/02/omeopatia-slide-06.jpg
Non bisogna tenere in massimo conto il vivere come tale, bensì il vivere bene - Platone
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/02/omeopatia-slide-05.jpg
Il malato deve guidare il medico come il cane il cacciatore - Henry de Montherlant
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/02/omeopatia-slide-03.jpg
Le credenze sono come i filtri di una macchina fotografica, cambiano il modo in cui vedete il mondo - Bruce Lipton
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/02/omeopatia-slide-07.jpg
C'è un'unica soluzione per ogni problema: un rinnovato comportamento e una nuova consapevolezza - Gregg Braden
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/02/omeopatia-slide-08.jpg
Il saggio cerca di raggiungere l'assenza di dolore, non il piacere - Aristotele
https://www.scuolaomeopatiagenova.it/wp-content/uploads/2017/02/omeopatia-slide-09.jpg
La salute non è semplicemente l'assenza di malattia, ma lo stato di completo benessere fisico, mentale e sociale

Nove domande sulla Medicina Omeopatica

    1. Lei è a conoscenza dei molteplici lavori del Prof. Vittorio Elia dell’Università di Napoli pubblicati su riviste indicizzate in cui l’acqua, messa a contatto con marcatori utilizzati in tutti i laboratori di ricerca del mondo ultra-diluiti all’infinitesimale, ha mostrato di cambiarne completamente i connotati biochimici (quali il pH, la conducibilità elettrica, il comportamento con soluti alcalini, ecc )?
      (Prof. Vittorio Elia, già Docente di Elettrochimica presso la Facoltà di Chimica dell’Università Federico II di Napoli. Ad oggi sono oltre 50 le pubblicazioni scientifiche su questo argomento).
    2. Lei è a conoscenza dei molteplici lavori della Prof.ssa Lucietta Betti (dal 1993 è stata Professore Incaricato di Patologia vegetale e dal 2005 anche di Micologia presso la Facoltà di Scienze MM. FF. NN., Università di Bologna).
      Dal 1989 si è occupata della valutazione dell’efficacia di preparati agro-omeopatici in vitro, in planta e in campo; ha inoltre messo a punto metodi cristallografici (metodo dell’evaporazione delle gocce, DEM) per analisi qualitative di prodotti agro- alimentari.L’attività scientifica è documentata da oltre 100 articoli su riviste nazionali e internazionali e dalla partecipazione come relatore ad invito a numerosi congressi nazionali e internazionali) e dello staff dell’Università di Bologna pubblicati su riviste indicizzate in cui semi e piante, trattati con medicinali omeopatici ultra-diluiti all’infinitesimale, hanno mostrato di aumentare il tempo di germinazione e sanare patologie vegetali, cambiando addirittura l’espressione genica delle piante (esperimenti ripetibili e confermati su oltre 50.000 semi)?
    3. Lei è a conoscenza del fatto che in Italia c’è una legge (D.l.vo 219/2006: Attuazione della direttiva 2001/83/CE relativa ad un codice comunitario concernente i medicinali per uso umano) adempimento di una normativa europea che regolamenta e legittima la preparazione omeopatica quale MEDICINALE a tutti gli effetti malgrado autorevoli rappresentanti delle istituzioni pubbliche e dei media si affannino ad affermare il contrario?Il comma 1 del decreto cita testualmente:
      “Ai fini del presente decreto, valgono le seguenti definizioni:
      Prodotto medicinale o medicinale, di seguito indicato con il termine «medicinale»:
      1) ogni sostanza o associazione di sostanze presentata come avente proprietà curative o profilattiche delle malattie umane;
      2) ogni sostanza o associazione di sostanze che può essere utilizzata sull’uomo o somministrata all’uomo allo scopo di ripristinare, correggere o modificare funzioni fisiologiche, esercitando un’azione farmacologica, immunologica o metabolica, ovvero di stabilire una diagnosi medica;
    4. Lei è a conoscenza del fatto che in Europa ed in Italia le leggi per le produzioni del Biologico (Regolamento CE n.834/2007 + 889/2008) conferiscono al medicinale omeopatico il ruolo di medicinale di prima scelta nella cura degli animali destinati all’alimentazione umana?
    5. Lei è a conoscenza del fatto che lo studio australiano sulla medicina omeopatica che ha portato in un primo tempo il governo australiano ad escludere le terapie omeopatiche dal sistema sanitario, citato spesso da eminenti dirigenti di istituzioni sanitarie pubbliche italiane, da giornali e televisioni come “lo studio che definitivamente definisce che la Medicina Omeopatica è solo placebo” è stato smentito per falsità scientifica (!!) avendo gli organizzatori istituzionali dello studio dapprima rimosso a posteriori dall’incarico il referee che aveva dato esito positivo a favore della Medicina Omeopatica, ed in seguito ribaltato l’esito e le conclusioni finali attraverso filtri arbitrari volti a escludere intenzionalmente le prove più valide?
    6. Lei è a conoscenza del fatto che l’Accordo Stato-Regioni, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, concernente i criteri e le modalità per la formazione e il relativo esercizio dell’agopuntura, della fitoterapia e dell’omeopatia da parte dei Medici chirurghi e Odontoiatri, sancisce e prevede che i soli Medici adeguatamente formati siano le figure professionali idonee a svolgere l’Agopuntura, la Fitoterapia e l’Omeopatia?
    7. Lei è a conoscenza del fatto che relativamente al Numero di Avogadro (
      non è presente (al vaglio di 10.000 lavori pubblicati) alcuno studio scientifico sperimentale che ne
      dimostri la veridicità applicata ai sistemi biologici?
    8. Lei è a conoscenza che già a metà del 2017, è stato confermato da parte del Governo Svizzero che la Medicina Omeopatica soddisfa criteri sia di efficacia scientificamente provata che di utilità ed economicità.?
      Questo è il presupposto giuridico per essere inclusi nell’elenco delle prestazioni dell’assicurazione di base obbligatoria svizzera (articolo 32, requisiti del KVG).
    9. Lei è a conoscenza che si può trovare online la prima banca dati italiana dedicata al settore della Medicina Omeopatica, realizzata per iniziativa della Fiamo, federazione delle associazioni e dei medici omeopati, ed accessibile a chiunque voglia consultare le pubblicazioni più importanti e affidabili?

      Il Databaseomeopatia è consultabile da qualunque utente all’indirizzo http://databaseomeopatia.alfatechint.com è un lavoro nato con l’obiettivo di rendere più facilmente accessibile la consultazione delle ricerche più importanti in omeopatia, raccoglie per ora 1087 studi e revisioni su medicinali omeopatici pubblicati, indicizzati dal 1949 a oggi, afferenti all’intera letteratura medico scientifica a prescindere dall’esito.

      Tra questi, figurano 16 meta-analisi, 244 studi una determinata quantità di sostanza è presente sempre un determinato chimico italiano che nel 1814 scoprì che una quantità determinata di una sostanza contiene sempre un numero fisso di molecole, 6022×1023, ciò vuol dire che in numero di molecole) che viene sempre citato per definire che i medicinali omeopatici non possono avere alcuna proprietà farmacologica, randomizzati in singolo o doppio cieco versus placebo o farmaco di confronto, ricerca di base chimico fisica, studi preclinici, revisioni sistematiche con meta- analisi, agro-omeopatia, ecc.

      Tutte le referenze, estrapolate da banche dati medico-scientifiche come Pubmed, Embase, Scopus, Core-Hom e Google Scholar, garantiscono fonti affidabili e comprese nella Ebm (Evidence Based Medicine), Ogni singolo articolo scientifico è ricercabile per autore, anno di pubblicazione, editore e keywords, mentre a ogni referenza inserita corrisponde il link per accedere all’abstract dell’articolo.

      Le pubblicazioni sono suddivise in 9 sezioni: studi in agro omeopatia, ricerca di base chimico fisica, studi preclinici, studi Rct, studi osservazionali, revisioni sistematiche con meta-analisi, revisioni sistematiche qualitative, case report, studi in veterinaria.

PETER FISHER: Presidente Ospedale Omeopatico di Londra

Leggi l’articolo di Flavio Tonello

Dr Peter Fisher – President

Important announcement to all member ranks of
the Faculty of Homeopathy

The Faculty of Homeopathy has to announce with great shock and sadness the news of the death of Faculty President, Dr Peter Fisher in a road accident near the Royal London Hospital for Integrated Medicine (RLHIM), London, UK, on 15th August 2018.

Our thoughts go out to his family first of all at this dreadful time, who have lost a loved one, whilst we have lost a leader.

Dr Fisher was Director of Research at the hospital, Europe’s largest centre for integrative medicine. He was also Physician to Her Majesty Queen Elizabeth II. He was previously Honorary Consultant Rheumatologist at King’s College Hospital.

A graduate of Cambridge University and a Fellow of the Royal College of Physicians and the Faculty of Homeopathy, he was a widely published expert in rheumatology and forms of complementary and alternative medicine. Dr Fisher chaired the World Health Organisation’s (WHO) working group on homeopathy and was a member of WHO’s Expert Advisory Panel on Traditional and Complementary Medicine. He was awarded the Albert Schweitzer Gold Medal of the Polish Academy of Medicine in 2007.

It is no exaggeration to say that in Peter we have lost an irreplaceable talent, a giant in all his fields of professional endeavour – as a clinician, a researcher, an academic and a champion of medical homeopathy. The loss is huge to his family and our community.

Vice-President, Dr Gary Smyth, is to step up to the Presidency pro tem. All colleagues have the opportunity to mourn Peter’s loss and celebrate his life at Faculty Congress in Liverpool 11th-14th October 2018.

Any further news and information on arrangements will be posted on the Faculty’s website www.facultyofhomeopathy.org as well as shared with you as speedily as possible via e-news. The Faculty team is active across all our communications channels. Media enquiries can be directed to me on:

Greg White
Chief Executive
Faculty of Homeopathy
gwhite@facultyofhomeopathy.org
+44 (0)7401 443580

Read more

Sono aperte le iscrizioni per l’anno 2018/2019

Comunicato stampa del 24 settembre 2018

DATI CONTRO L’OMEOPATIA MANIPOLATI, E
NUOVE EVIDENZE SCIENTIFICHE DI EFFICACIA

Mentre fa sempre più parlare il terremoto che sta scuotendo la Cochrane, una nuova importante ricerca scientifica condotta da un gruppo di scienziati e pubblicata su “Scientific Reports”, rivista del gruppo Nature, conferma l’efficacia delle ultra-diluizioni omeopatiche, ma passa sotto completo silenzio. Intanto, in Australia alcuni studiosi ammettono: “Contro l’omeopatia dati falsati, i report ostili sono frutto di manipolazioni”.

Milano, 24 settembre 2018 – Pochi giorni fa Peter Gøtzsche, socio fondatore della Cochrane Collaboration, membro del board e direttore del Nordic Cochrane Centre di Copenaghen, è stato a sorpresa espulso dal network in considerazione di sue posizioni considerate eccessivamente critiche circa il rischio di ingerenza dell’industria farmaceutica sul mondo della ricerca (1).

Nel frattempo, un’altra notizia – in questo caso riguardante le medicine complementari – rischia di scuotere il mondo della scienza; alcuni studiosi australiani hanno dichiarato: “Contro l’omeopatia, dati manipolati” (2). Il massimo organo di ricerca medica in Australia, il Consiglio Nazionale per la Salute e la Ricerca Medica (NHMRC) ha infatti dovuto ammettere, nell’ambito di un’indagine del Senato Australiano, “di non avere seguito le linee guida o gli standard scientifici riconosciuti” nella revisione delle prove di efficacia sull’omeopatia, che generò un report critico su questa medicina, e peraltro di aver applicato lo stesso approccio anche alle revisioni di altre terapie di origine naturale.

“The Homeopathy Review” è stata la prima delle 17 revisioni condotte dall’NHMRC tra il 2012 e il 2015 e utilizzate per giustificare la rimozione del rimborso dell’assicurazione sanitaria privata per questo tipo di terapie. L’NHMRC ha sorprendentemente ammesso che i criteri utilizzati per la selezione degli studi da comparare sono stati “modificati in itinere, e anche mesi dopo il completamento della ricerca generale della letteratura”. “Abbiamo quindi l’ammissione, sotto giuramento, che invece di usare metodi scientifici comunemente accettati, il team di revisione NHMRC non solo ha inventato i metodi lungo il percorso, ma lo ha fatto anche dopo che le prove da analizzare erano già state raccolte e valutate”, ha affermato la Dottoressa Petrina Reichman, medico e Vicepresidente della Australian Homeopathic Association.

Secondo Reichman si tratta di “uno scandalo serio e di altissimo livello, che rivela in che misura il team di revisori manipolava il metodo di valutazione da applicare, anche dopo aver raccolto e valutato gli studi da sottoporre a disamina”.

Questa discutibile procedura a opera del NHMRC ha fatto sì che 171 dei 176 studi inclusi nello studio sull’efficacia dell’omeopatia venissero classificati – a posteriori – come “inaffidabili” e quindi stralciati dall’analisi e ignorati; i risultati della revisione erano quindi basati solo su 5 studi. Se fossero stati utilizzati metodi scientifici standard normalmente accettati, il team di revisione avrebbe dovuto segnalare che 88 dei 176 studi complessivi analizzati avevano riportato risultati statisticamente positivi, e che molti di questi studi erano stati condotti con elevata qualità metodologica, con risultati conclusivi nettamente differenti da quelli poi artatamente diffusi per attaccare l’omeopatia.

Sempre in questi giorni, è stato pubblicato su “Scientific Reports”, rivista del prestigioso gruppo Nature (3), un nuovo studio scientifico sull’omeopatia: “Ultra diluizioni di Rhus Toxicodendron hanno attenuato le citochine pro infiammatorie e i mediatori ROS del dolore neuropatico nei ratti”, argomento solo apparentemente tecnico e considerato “per addetti ai lavori”.

I ricercatori hanno dimostrato non solo l’efficacia del farmaco omeopatico, con effetti biologici statisticamente significativi nell’alleviare il dolore neuropatico negli animali da laboratorio, ma che l’azione indotta è stata simile all’effetto del “Gabapentin”, farmaco convenzionale molto usato, con la differenza sostanziale che il farmaco omeopatico è risultato privo di effetti collaterali, e quindi più sicuro.

Come si legge nell’introduzione all’articolo dei ricercatori, il dolore neuropatico rappresenta una diffusa condizione clinica, e vi è una continua ricerca di nuovi trattamenti per il trattamento di questa complessa patologia, che si manifesta con anomalie sensoriali come disestesia, iperalgesia, allodinia e sviluppo spontaneo del dolore. I pazienti sofferenti di dolore neuropatico sono in crescita in tutto il mondo con l’aumento della popolazione anziana, una maggiore sopravvivenza alla chemioterapia antitumorale e un progressivo aumento dell’incidenza del diabete mellito, ma nonostante l’emergere di nuove tecnologie, la scoperta di farmaci e i progressi nel campo delle neuroscienze, la gestione del dolore neuropatico con rimedi sicuri ed efficaci è ancora un problema irrisolto.

“Questa ricerca è solo l’ennesima conferma dell’efficacia della medicina omeopatica, utilizzata da una popolazione mondiale sempre in continuo aumento, come dimostrano le più recenti indagini statistiche – hanno dichiarato congiuntamente i Presidenti delle undici associazioni e società scientifche di medicina complementare più rappresentative in Italia – una medicina che continua a raccogliere continue prove cliniche di efficacia e testimonianze reali dei benefici sui pazienti, ma che – come dimostra la manipolazione dei dati avvenuta in Australia – viene osteggiata da personaggi senza scrupoli disponibili a qualunque cosa piuttosto che accettare le evidenze”.

(1) https://blogs.bmj.com/bmjebmspotlight/2018/09/16/cochrane-a-sinking-ship/
(2) https://www.yourhealthyourchoice.com.au/news-features/science-fact-or-fiction-nhmrc-admits-they-did-not-use-accepted-scientific-methods-2/
(3) https://www.nature.com/articles/s41598-018-31971-9

Genova 11 Aprile 2018

Celebrazione della Giornata Mondiale dell’Omeopatia 10.4.2018

Una serata piena di emozioni e condivisione nella splendida cornice della Scuola di Omeopatia di Genova.
Grazie a tutti coloro che hanno partecipato.
Immensa gratitudine ai docenti Dr.Roberto Zappa, Dssa Vincenza Rosaspini e Dssa Barbara Rigamonti per i loro interventi puntuali e professionali.
Grazie ai nostri Sponsor Cemon e IMO

Studi clinici sui rimedi omeopatici

Ricerca: gli studi clinici sui rimedi omeopatici dimostrano che la loro azione è superiore al placebo ...
Leggi Tutto

PETER FISHER: Presidente Ospedale Omeopatico di Londra

SCOMPARSA DI PETER FISHER Il 15 Agosto è mancato improvvisamente il Dr Peter Antony Goodwin Fisher. Nel corso della sua ...
Leggi Tutto

Important announcement to all member ranks of the Faculty of Homeopathy

Call for CPD announcement In the first half of September the Faculty will be asking 10% of all LFHom’s, DFHom’s, ...
Leggi Tutto

I corsi

la scuola offre i seguenti corsi

Corso di Omeopatia Classica

Per Medici, Odontoiatri.

Strutturato in tre anni obbligatori, più due facoltativi composto da nove week-end annuali, da Ottobre a Giugno, 900 ore complessive previste e frequenza obbligatoria non inferiore al 75% del monte ore.

Sono previsti test di verifica al termine di ogni anno accademico, una tesi al termine del terzo anno e tesi finale al termine del quinquennio.

Continua >>

Corso annuale di Medicina Omeopatica

Percorso formativo per Farmacisti e laureati nelle Professioni Sanitarie. Strutturato in nove week-end, da Ottobre a Giugno, con la stessa frequenza obbligatoria. Al termine dell’anno accademico, previo superamento di un test di verifica, verrà rilasciato un attestato della Scuola di Omeopatia di Genova.

Già durante il primo anno di corso le lezioni di teoria e metodologia sono arricchite da numerosi e puntuali esempi tratti dalla pratica clinica.

Continua >>

In collaborazione con

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy e presto il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità ivi indicate per le quali il consenso rappresenta la base giuridica del trattamento

[recaptcha]

Scuola di Medicina Omeopatica di Genova

347 4864955
omeopatiagenova@gmail.com